Logo del catasto forre AICLogo di AIC-WikiInfoCanyon by AICLogo canale AIC TV su You TubeLogo di AIC-Facebook

InfoCanyon by AIC
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ] Privacy e cookie ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 ESPLORAZIONI NUOVI CANYON
 Esplorazioni Italia
 Ciol de Costa Spessa
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

Geronimo
Torrentista Loquace


Regione: Liguria
Prov.: Genova
Città: Genova


72 Messaggi

Inserito il - 21 agosto 2020 : 12:29:37  Mostra Profilo Invia a Geronimo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Si tratta di un incisione piuttosto ampia e solare, dove precipitano una serie di salti abbastanza serrati, che poi terminano "in bellezza", con una più alta cascata di circa 50m., ben visibile in riva dx all'inizio della Val Settimana.

Il tutto in una cornice molto primordiale di boschi verticali, tipica delle prealpi clautane, che mi aveva un pò impensierito (nomen omen!) vista l'apparente assenza di sentieri d'ingresso.

In realtà, dopo alcune interviste bagnate di grappa, e la consultazione di una più vecchia carta del parco, ho avuto conferma dell'esistenza di una traccia d'ingresso in riva dx.
Il sentiero d'avvicinamento (molto devastato dal passaggio di Vaia) attraversa un rivo parallelo a quota 640m. circa. Poi sale per la massima pendenza per circa 100m., prima d'iniziare a traversare verso il fondo della gola, che intercetta a monte della seconda calata. Per raggiungere la prima calata, si risale il fondo della gola per rocce ben gradinate, e si riprende il bosco in riva dx per mezzo di uno scivolo di frana, fino a quota 820m. circa.

Il bacino è limitato. Durante un primo sopralluogo, infatti, abbiamo preso un forte temporale, ma la portata non è aumentata di molto. Inoltre, l'acqua è piuttosto tiepida, anche perchè scorre su caratteristiche stratificazioni orizzontali ben irraggiate dal sole; in caduta, forma delle pozze ben scampanate, che però restano sempre poco profonde. Per questi motivi (caso forse unico in zona) la discesa può essere realizzata con una mezza muta leggera.

C30 (due salti) - 2 fix in riva dx
C30 - 2 fix in riva dx
C35 (due salti) - 1 fix + 1 chiodo in riva dx
C10 - 1 spit in riva sx
C25 - 1 spit + 1 chiodo in riva dx
C10 - 1 chiodo in riva dx
C50 - 2 fix in riva sx

Prima discesa 19 agosto 2020, con piccola ma veloce squadra mista, così composta:
T. Borgobello di Vittorio Veneto, che ha piazzato gli spit e i fix da 10;
S. Rellini di Genova, che ha piazzato i chiodi da alpinismo;
S. Lorenzi di Claut, che ha fatto tutta la discesa senza neppure indossare la muta ...


Serie di salti piuttosto serrati, che terminano in bellezza...
Immagine:

722,08 KB


Incisione ampia e solare, in una cornice molto primordiale
Immagine:

729,73 KB


Calate sempre un po’ scampanate
Immagine:

792,54 KB


Caratteristiche stratificazioni orizzontali ben irraggiate
Immagine:

727,36 KB


La più vecchia carta del parco, che riporta la traccia d'ingresso in riva dx
Immagine:

652,12 KB

Modificato da - Geronimo in Data 21 agosto 2020 14:34:12

Geronimo
Torrentista Loquace


Regione: Liguria
Prov.: Genova
Città: Genova


72 Messaggi

Inserito il - 05 agosto 2022 : 19:52:22  Mostra Profilo Invia a Geronimo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ieri ho fatto giusto un giro dentro alla Molassa, così da non dover portare l’imbrago e le corde. Oggi ho quindi deciso di fare un giro alle Coste Spesse, così da dover portare solo l’imbrago e le corde…

D’altra parte, la Valcellina mi piace proprio perché consente anche questo genere di discese irregolari, meno sportive ma più contemplative.

In ogni caso, con 31 gradi a Claut, stare sotto le cascate senza la muta è stata una vera goduria. Molto meno la salita con 100 metri di corda sulla schiena (50 + 50 di kevlar per il recupero).

Ne ho approfittato per cambiare qualche cordino e aggiungere qualche ancoraggio. Nel mio precedente post, fra l’altro, avevo del tutto omesso una calata da 20 metri.

In effetti, ci sono 9 calate (di cui solo 2 basse) da aggiornare come segue:

C1 – 30 m (2 fix a dx)
C2 – 30 m (2 fix a dx)
C3 – 18 m (1 fix e 1 chiodo a dx)
C4 – 18 m (1 spit d sx; eventualmente unire C3 e C4)
C5 – 20 m (2 fix a dx)
C6 – 8 m (1 spit al centro)
C7 – 25 m (1 fix e 1 chiodo a dx)
C8 – 8 m (1 spit e 1 chiodo a dx)
C9 – 50 m (2 fix a sx)

Saluti,

Geronimo
Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
InfoCanyon by AIC © 2000-10 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,12 secondi. Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000