Logo del catasto forre AICLogo di AIC-WikiInfoCanyon by AICLogo canale AIC TV su You TubeLogo di AIC-Facebook

InfoCanyon by AIC
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ] Privacy e cookie ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 INFOCANYON - ITALIA
 Friuli Venezia Giulia
 Val Zemola
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'è:
Pagina Precedente
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva
Pagina: di 5

franzmc
Moderatore



Regione: Emilia Romagna
Prov.: Forl?-Cesena
Città: Cesenatico


1503 Messaggi

Inserito il - 09 luglio 2019 : 20:50:46  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di franzmc Invia a franzmc un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Scesa sabato scorso, 5 Luglio 2019.

Subito scopriamo come le piene invernali abbiano massacrato la bella forra che conoscevamo.
Prima della terza calata un masso da 2mc ostruisce il corso e facilita l'accesso all'armo e, subito dopo un altro più piccolo rende la corda quasi ( QUASI ) inutile, mentre la pozzetta sottostante non esiste più.
Le belle rocce dei tratti sub-orizzontali sono state in molti punti travolte, in altri piallate. Lungo il greto sono apparsi alcunio grandi massi e quasi tutte le catene mostrano evidenti i segni del martellare delle pietre.
La pozza a fagiolo dove abbiamo perduto MM, è ora quasi del tutto occupata da un cumulo di sassi.
Alla fine del tratto inforrato il passaggio semi ipogeo è scomparso.
Il toboga della pozza rotante è ok, mentre nella stessa la ghiaia la rende camminabile.
Poi, orrore.... la bella strettoia che si doveva arrampicare per accedere all'armo Biondi è completamente ostruita dalla ghiaia e del mancorrentino atletico che seguiva resta solo il ricordo, ora accedere all'armo è cosa banale.
La calata che segue, la penultima, è anch'essa modificata al punto che per non finire in acqua verso la fine, qualcuno ha installato un nuovo deviatore ( non indispensabile ).
L'ultima calata è ( quasi ) accessibile senza arrampicarsi come prima in quanto lo spigolo è stato smozzicato e ridotto di 30/40 cm, peccato.

La val Zemola resta bellissima, purtroppo prima era superlativa, percorrerla era come suonare una sinfonia che non offriva mai tregua, esigeva sempre tutta la tua attenzione e concentrazione in un crescendo senza uguali, peccato.

Il sentiero di rientro è in parte ostruito da alberi caduti, comunque ravanando un po' si passa.



Francesco Michelacci
coordinatore regionale per la Romagna.
Torna all'inizio della Pagina

CanyonEast
Torrentista Seriale


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Prov.: Udine
Città: Forra


149 Messaggi

Inserito il - 25 agosto 2019 : 09:11:08  Mostra Profilo Invia a CanyonEast un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Percorsa da CanyonEast sabato 24/8...
Portata standard 100l/s
Alcuni armi sono lesionati ma utilizzabili e sono stati aggiunti dei fix da 10 su nuovi passaggi
Pozze tutte inghiaiate
Il sentiero di rientro è stato sistemato e modificato in parte

Purtroppo devo confermare quanto scritto sopra da Franz...la VZ è cambiata profondamente pur mantenendo la sua bellezza estetica
Nella zona aperta prima dell ingresso al meandro evidente l erosione sul terreno del passaggio della acqua ad un altezza di circa 3 MT su una larghezza del greto di almeno 10 MT...questo dimostra che la VZ era diventata un fiume e nn più un torrente
Abbiamo in programma di entrarci prossimamente per ripristinare gli standard Pro Canyon eliminando gli armi lesionati (partenze MC e catene)e resinandone di nuovi anche sui nuovi passaggi che l erosione dell alluvione ha creato.
Sarà importante valutare (anche in generale x il futuro di tutte le forre) come attrezzare nuovamente x salvaguardare gli ancoraggi dalla nuova morfologia creatasi in alcuni punti ed anche in funzione di questi nuovi devastanti fenomeni atmosferici

P.s. rinnovo l info dell'esistenza del nuovo avvicinamento alla parte alta senza navetta. Si segue il sentiero classico di avvicinamento alla parte bassa per poi proseguire sempre in riva destra (evidenti tubazioni) per poi attraversare la forra su ponticello e quindi proseguire in riva sx fino a zona di frana. Si accede al greto tramite corda fissa a monte del secondo salto..



http://www.canyoneast.it/

Modificato da - CanyonEast in data 27 agosto 2019 17:49:14
Torna all'inizio della Pagina

CanyonEast
Torrentista Seriale


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Prov.: Udine
Città: Forra


149 Messaggi

Inserito il - 25 settembre 2019 : 17:46:57  Mostra Profilo Invia a CanyonEast un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ripristinati e sostituiti alcuni ancoraggi e partenze MC
Su quasi tutti gli armi che sono stati sostituiti sono stati messi due chiodi scollegati
I tuffi sono tutti pesantemente inghiaiati, solo alcuni si possono fare con molta attenzione
Ci sono due nuove calate alla fine della parte alta che prima erano una disarrampicata e un piccolo toboga
Attenzione che nel tratto di camminata che collega la parte alta alla bassa si sono formati due sifoni, uno dopo l'ultimo salto e uno poco più avanti dopo la svolta a destra della forra, che potrebbero essere non facilmente visibili con portate robuste
Sulla penultima calata non esiste più l'armo in riva destra. Mentre nella calata in riva sx è stato messo un deviatore, chiodo con mosco inviolabile, in quanto è cambiato il flusso della cascata e c'è il rischio di poter finire nel getto


http://www.canyoneast.it/
Torna all'inizio della Pagina

CanyonEast
Torrentista Seriale


Regione: Friuli-Venezia Giulia
Prov.: Udine
Città: Forra


149 Messaggi

Inserito il - 30 luglio 2020 : 15:17:04  Mostra Profilo Invia a CanyonEast un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Percorso giovedì 30/07 da CanyonEast

Portata standard che non crea problemi nella progressione
Tutte le pozze inghiaiate, alcuni tuffi si possono fare con molta attenzione, ok il toboga della pozza rotante
Tutti gli armi ok

Una piacevole sorpresa: è stata installata una "line vita" con cavi metallici su tutta la lunghezza dell'avvicinamento, ponticello compreso.
Inoltre sono state posizionate delle staffe metalliche per accedere al greto alla seconda calata dove c'è la frana. Le staffe riprendono poi sul versante opposto e permettono di raggiungere agevolmente anche la prima calata.
Ora la progressione in avvicinamento avviene in maniera più sicura ed agevole
Questo lavoro è stato realizzato per ripristinare la vecchia linea della presa d'acqua che parte appena a monte della prima calata

http://www.canyoneast.it/
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 5 Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
Pagina Precedente
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
InfoCanyon by AIC © 2000-10 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Questa pagina è stata generata in 0,14 secondi. Herniasurgery.it | Snitz.it | Snitz Forums 2000